AGRIAMBIENTE TOSCANA

* Associazione di Protezione Animali e Ambiente *

COMUNICAZIONE:

cerchiamo  guardie zoofile già decretate per la provincia di Firenze. Per informazioni compilare il forum cliccando qui. Le domande di presentazione sono ha numero chiuso e si concludono il 13.10.2017 –

per ulteriori informazioni scrivere a guardiezoofile.fi@agriambientetoscana.it 

Prati e pascoli come parcheggi Raffica di multe agli escursionisti

RICONOSCIUTA CON DECRETO 1994 DEL 04.11.2003

A Fondo sono attivi i vigilantes di un’associazione, verbali da 50 a 150 euro  Sanzioni anche ai raccoglitori irregolari di funghi e a coloro che estirpano le erbe spontanee

 

TRAVERSELLA . Basta con i parcheggi selvaggi nei prati della borgata di Fondo, nel Comune di Traversella. L’ha deciso l’amministrazione comunale del centro montano valchiusellese. E per gli automobilisti indisciplinati sono cominciate a fioccare le multe (da 50 a 150 euro come da tariffa regionale, a Traversella applicano la minima). Alcuni di loro hanno protestato, altri invece hanno pagato, ammettendo l’infrazione. È all’Associazione ambientalistica Agriambiente, attiva sull’intero territorio nazionale, che il Comune ha affidato l’incarico di sanzionare coloro che contravvengono alle norme del Regolamento di polizia rurale approvato prima dell’inizio dell’estate dalla giunta. Nove le multe comminate nella sola giornata di domenica scorsa. Altre erano state appioppate già a partire da luglio. Tutte a carico di automobilisti che avevano parcheggiato la propria auto nei terreni oltre la chiesetta. «Nella borgata ci sono prati utilizzati dai contadini per il pascolo dei loro animali. Piccoli appezzamenti, tuttavia una risorsa per l’alimentazione di mandrie e greggi», dice la sindaca di Traversella, Renza Colombatto. 

«Ed è chiaro che le auto parcheggiate selvaggiamente danneggiano la cotica erbosa, così sensibile alla siccità e al caldo di questo periodo. E se finora c’era stata una certa tolleranza, non si poteva continuare a far finta di nulla. Ecco, dunque, la decisione di mettere fine a questo malcostume o, perlomeno, di cercare di arginarlo». 

Ma la vigilanza di Agriambiente non si limita ai parcheggi selvaggi. Secondo quanto disposto dal Regolamento di polizia rurale del Comune di Traversella, infatti, gli incaricati dell’associazione stanno controllando anche la raccolta funghi, mentre la prossima primavera toccherà a quella delle erbe selvatiche. E saranno inflessibili, i vigilantes. Per i funghi chi non sarà in possesso del regolare tesserino o chi ne avrà raccolti in eccedenza rispetto al quantitativo previsto, verrà multato. «Per quanto riguarda invece le erbe spontanee, non essendo ancora stata fissata, al momento, la quantità massima concessa per la raccolta – dice ancora la sindaca Colombatto – gli agenti si limiteranno a verificare che le varie specie non siano state estirpate. Strappate, cioè, insieme con la loro radice». Un altro giro di vite, è quello che la Regione vuole dare alla circolazione dei veicoli sulle strade agro-silvo-pastorali gestite da consorzi che, intanto, hanno già provveduto a sostituire le chiavi che consentono l’apertura delle sbarre che impediscono il transito non autorizzato dei veicoli. «Nel frattempo – precisa infine Renza Colombatto –, verrà consegnato a coloro che hanno diritto all’utilizzo delle strade, un permesso personale che a richiesta andrà esibito agli incaricati dei controlli». E anche in questi casi, saranno i vigilantes di Agriambiente a far rispettare il regolamento. 

FONTE: LA SENTINELLA

 

NEWS

ATTENZIONE approvato dalla prefettura di Firenze, la divisa per le Guardie Particolari Giurate Volontarie, con Prot. 30.03.2016 numero 0033269.

Approvato dalla Prefettura di Lucca con Prot. 0026025 del 06.2016

Approvato dalla Prefettura di Prato con protocollo 0012258 del 13.05.2016. Per informazioni visitare la voce la nostra divisa

Updated: 8 settembre 2017 — 5:04 pm

COPYRIGHT

Si informa che tutto il materiale pubblicato sul sito www.agriambientetoscana.it è di proprietà della Agriambiente. Il contenuto del sito è protetto dalle leggi sul diritto d’autore, fermi restando i diritti spettanti agli eventuali originari autori del materiale contenuto nelle singole pagine. L’eventuale riproduzione su supporti cartacei o elettronici è consentita purchè siano citati in modo completo l’autore e che vi sia l’autorizzazione della presidenza nazionale.

Lascia un commento

AGRIAMBIENTE TOSCANA ONLUS © 2015-16 Codice Fiscale 94254780482 - e-mail agriambiente-firenze@libero.it Frontier Theme